Il Reiki è un’antichissima tecnica nata in Giappone nel 1922 dal maestro Mikao Usui, basato principalmente sulla meditazione e ascolto di sè, e sulla imposizione delle mani per la trasmissione dell’energia.

Il Reiki basa la sua efficacia sull’amore e sull’energia dell’universo e trova innumerevoli utilizzi. Il termine Reiki indica un livello di energia vibrazionale che è comune a tutti gli esseri viventi, essere “Canali Reiki” o divenire “Operatore Reiki”, vuol dire entrare in sintonia con quella parte del nostro essere, anima, che è un tutt’uno con l’energia universale, il campo di applicazione del Reiki è il corpo fisico, mentale, emozionale e spirituale. Quando si verifica un blocco energetico il Reiki lavora rimuovendo questo blocco, lasciando che l’energia possa di nuovo scorrere liberamente. È un metodo non invasivo, non comporta o non richiede alcuna predisposizione, è adatto a tutti, senza eccezione di età o di condizione fisica.
Reiki è una parola giapponese che significa “Energia Vitale Universale” e nasce dall’unione di due concetti,
Rei che possiamo chiamare “Energia Universale” ed è tutto ciò che esiste intorno a noi, è una forza presente in diverse culture del mondo, è chiamata Dio o identificata e personalizzata in un essere supremo con cui si può entrare in contatto attraverso varie forme tra cui la preghiera. Ki che è un concetto fondamentale nella medicina tradizionale cinese, in quella energetica giapponese e nelle arti marziali e che possiamo tradurre come “Energia che scorre nel Corpo”La forza vitale che scorre in ogni organismo vivente, dagli indiani è conosciuta come Prana, nella medicina tradizionale cinese si chiama Chi e dai giapponesi è chiamata Ki, e circola negli organi interni e nei meridiani del corpo umano. L’unione di Rei e Ki da origine alla parola Reiki, che viene utilizzata per definire sia la disciplina e la pratica che usa l’Energia quando queste due forze si uniscono. Il Reiki viene trasmesso dall’operatore appoggiando semplicemente le mani su alcuni punti del corpo in corrispondenza dei sette Chakra maggiori, la persona percepisce una serie di sensazioni, piacevoli e intense che riescono a sbloccare le tensioni e ad incanalare nell’organismo una nuova energia vitalizzante e universale, avviando quindi un processo di benessere che investe il piano fisico, mentale, emozionale e spirituale. Questa energia Reiki può essere utilizzata a piacere, in qualsiasi posto e da chiunque, non richiedendo nessuna predisposizione o strumento se non la propria volontà ed intento. Una volta ricevuta l’armonizzazione e le idonee nozioni pratiche ed operative al Reiki ed essere cosi divenuto un operatore Reiki, questa energia fluirà in noi per tutta la vita. Il Reiki non è una religione, il Reiki non può e non deve assolutamente sostituire la medicina ufficiale, il Reiki non è una filosofia o una scienza perchè non pretende di spiegare o sperimentare o dimostrare attraverso la ragione, ma al contrario sensibilizza la persona alle energie sottili che ci circondano.

I cinque principi del reiki per l’evoluzione del corpo e dell’anima

Ogni giorno e ogni notte, siediti con le mani giunte di fronte al torace, conosciuta anche come posizione di preghiera e pronuncia queste parole a voce alta nel tuo cuore.

• Non ti arrabbiare
• Non ti preoccupare
• Sii riconoscente
• Lavora duro (per migliorare te stesso)
• Sii gentile con gli altri
Ogni giorno e ogni notte, siediti con le mani giunte di fronte al torace, conosciuta anche come posizione di preghiera e pronuncia queste parole a voce alta nel tuo cuore.

IL Trattamento Reiki
Il trattamento Reiki è preceduto da un breve colloquio con l’operatore, dopo il breve colloquio iniziale, vi verrà chiesto di sdraiarvi su un materassino rimanendo completamente vestiti, e togliendo solo le scarpe e oggetti quali occhiali, cinture, metalli e bigiotteria, vi verrà chiesto di rimanere ad occhi chiusi durante il trattamento, gli occhi chiusi favoriscono il rilassamento e l’entrata in contatto con il vostro mondo interiore. Una volta che sarete sdraiati la persona che vi praticherà il trattamento Reiki si porrà dietro di voi all’altezza del vostro capo e rimarrà per alcuni secondi in silenzio con le mani appoggiate sul suo proprio cuore, definita centratura del cuore, questa procedura costituisce l’avvio del trattamento, dopo la centratura sul cuore, vi passerà per tre volte le mani dal capo ai piedi senza neanche sfiorarvi, si tratta dell’accarezzamento dell’aura, procedura molto rilassante per il ricevente, che apre e poi in seguito chiude il trattamento. All’accarezzamento dell’aura segue il trattamento vero e proprio, l’operatore Reiki decide di procedere con un trattamento di primo livello il più delicato, oppure ad un trattamento Reiki di secondo livello, ovvero ad un trattamento più profondo in questo caso l’operatore traccerà in aria o sul vostro capo dei simboli che convogliano energia. Generalmente durante un Trattamento Reiki vengono toccati i seguenti punti, a pancia in sù: parte superiore del cranio, occhi, orecchie, nuca, osso occipitale, tiroide e gola, cuore, stomaco, ombelico, fianchi, ginocchia, caviglie, pianta dei piedi, a pancia in giù: cervicale, polmoni, centro del busto, parte bassa della schiena, coccige, fianchi, retro delle ginocchia, caviglie e piedi.
Un altro trattamento è L‘Equilibratura dei chakra, detta a Specchio per cui si procede ad equilibrare i chakra superiori con gli inferiori appoggiando una mano sul cranio superiore e l’altra all’altezza del bacino chakra 7 con chakra 1, una mano sugli occhi e l’altra due dita sotto l’ombelico chakra 6 con chakra 2, una mano sulla tiroide e l’altra sullo stomaco chakra 5 con chakra 3, tutte e due le mani sul cuore chakra 4, il più importante.

Come diventare Operatore Reiki

Per diventare operatore Reiki di primo livello è necessario iscriversi ad un seminario. I seminari si tengono in tutta Italia e hanno una durata di qualche giorno. Nel seminario viene spiegato cosa sia il Reiki, come funziona e come si eseguono i trattamenti. Verranno aperti i così detti canali ovvero viene data la possibilità all’operatore di ricevere e quindi trasferire energia Universale. Al termine del seminario l’operatore si dovrà esercitare per alcuni giorni, una volta terminata l’esercitazione potrà iniziare a fare liberamente trattamenti Reiki a qualsiasi essere vivente, persone, animali e piante. L’operatore Reiki potrà accedere ai livelli secondo e terzo in seguito ad una maturata esperienza.

Call Now ButtonChiama Subito