Il movimento dei Pianeti intorno alla Carta Natale viene denominato dall’Astrologia “Transito”
La Carta Natale non è altro che una fotografia del cielo nel momento esatto della nostra nascita. I Pianeti sono in movimento nella fascia dello Zodiaco, quando un Pianeta si avvicina ad un punto sensibile della nostra Carta Natale si ha un “Transito”

 

I TRANSITI PLANETARI  

Un transito prende forma tutte le volte che un pianeta muovendosi lungo la sua orbita viene nel corso della nostra vita a trovarsi in aspetto con un pianeta, con un luminare (Sole e Luna) oppure con una delle cuspidi delle case astrologiche del nostro Tema Natale. I Transiti planetari insieme alle progressioni e alle direzioni primarie e secondarie sono i punti fondamentali dell’Astrologia previsionale.

L’INTERPRETAZIONE DEI TRANSITI

La tradizione identifica i transiti in favorevoli o sfavorevoli, ci sono vari tipi di transiti, quelli importanti, di poco impatto, fondamentali, ogni individuo reagisce ad un transito in modo diverso. I pianeti che nel loro transito hanno maggiore incidenza sono quelli lenti, così chiamati perché impiegano vari mesi o anni per percorrere un intero segno zodiacale. In questo gruppo troviamo GioveSaturnoUrano, Nettuno Plutone. Da non trascurare l’azione che può avere Marte, il quale, da solo o in sinergia con altri pianeti in transito può innescare un conflitto o un cambiamento.
I pianeti svelti, Sole, Luna, Mercurio,Venere, danno indicazioni per le analisi a breve termine o quando nel loro passaggio entrano in sintonia con un pianeta più forte. Nell’analizzare il transito planetario sul cielo di nascita si tiene conto della casa astrologica che questi pianeti andranno ad occupare, perché tramite essa si potrà conoscere il settore della vita interessato dall’energia del pianeta, è bene ricordare il meccanismo dei transiti, che si forma, tra un pianeta ricevente e uno emittente, è ricevente quello che si trova stabile nel tema di nascita, emittente è il pianeta in transito che crea il contatto con il punto fisso. Il pianeta di transito viene sempre nominato prima del pianeta radicale, ad esempio, il passaggio di Giove di transito in trigono al Sole radix si leggerà così: Giove in trigono al Sole e non Sole in trigono a Giove, la simbologia dell’aspetto è la stessa, ma la differenza sta nel fatto che nel primo caso il periodo, in cui Giove forma aspetto al Sole dura da un minimo di un mese a un massimo di sette, mentre il transito del Sole su Giove radicale persiste tre o al massimo quattro giorni.

I Transiti Planetari:

La gerarchia planetaria si basa sulla velocità dei pianeti nel loro movimento di rivoluzione intorno al Sole.

L’ordine esatto:

Luna, Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno, Plutone. Ciò significa che è la Luna a formare aspetti con tutti gli altri pianeti, Mercurio con tutti tranne la Luna, Venere con tutti tranne Luna e Mercurio e via via per tutti gli altri.

Il pianeta che forma l’aspetto costituisce la forza attiva, bisogna ricordare che il pianeta più lento con cui è in aspetto imprime la sua forza sul pianeta più veloce, il pianeta veloce fa ben poco per modificare l’influenza del pianeta lento con cui forma aspetto.

Pianeti personali o veloci

Sole, Luna, Mercurio, Venere, Marte

Pianeti semi lenti o sociali

Giove Saturno

Pianeti lenti o Generazionali

Urano, Nettuno, Plutone

La gerarchia planetaria si basa sulla velocità dei pianeti nel loro movimento di rivoluzione intorno al Sole.

L’ordine esatto dei Pianeti nello Zodiaco è il seguente:

Luna, Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno, Plutone. Ciò significa che è la Luna a formare aspetti con tutti gli altri pianeti, Mercurio con tutti tranne la Luna, Venere con tutti tranne Luna e Mercurio. Un altro esempio pratico quando si ha il sestile fra Giove e Mercurio essendo mercurio il più veloce dei due pianeti è quello che produce l’effetto (Mercurio in sestile a Giove e non viceversa) perché secondo l’ordine di velocità indicato sopra Giove non può fare aspetto, ma solo con i pianeti più lenti di lui e cioè: Saturno, Urano, Nettuno, Plutone, Ascendente.

I Transiti Planetari:

CORRISPONDENZE E CARATTERISTICHE DEI PIANETI

Il Sole (l’Io, l’energia specifica che caratterizza la persona)

La Luna (l’emotività)

Mercurio (la componente intellettiva)

Venere (la componente affettiva)

Marte (l’intraprendenza, la volontà attiva)

Giove (l’espansione, l’inserimento nella società, l’ottimismo e la fortuna)

Saturno (la disciplina, le regole, la censura, le restrizioni)

Urano (l’evoluzione, le ribellioni, i rapidi mutamenti)

Nettuno (le metamorfosi, la vita interiore)

Plutone (gli aspetti più oscuri dell’inconscio)

PRINCIPALI  TIPOLOGIE DEI TRANSITI

Transiti di Trasformazione:

Sono quelli generati dai Pianeti Lenti: Plutone, Nettuno e Urano, questi pianeti agiscono in modo graduale, preparandoci a grandi cambiamenti, specialmente in senso transpersonale, cioè relativamente a quelle tematiche attinenti al mondo, nell’interesse per la collettività, la società, ma anche nel personale, come i nostri grandi sogni e il proprio Destino.

Transiti del Giudizio

Si riferiscono alle influenze dei Pianeti Saturno e Giove. Questi pianeti hanno una velocità molto maggiore rispetto ai Pianeti Lenti, i due più grandi corpi celesti del Sistema Solare, il loro transito porta spinte contrastanti, Giove gonfia e trionfa, Saturno riduce e contrae, i transiti dei due spesso si rivelano formidabili e molto potenti per raggiungere il successo, in qualsiasi campo morale e materiale.

Transiti di Azione e Piacere

Sono i transiti di Marte e Venere, la coppia che più ha a che fare con il corpo, con l’amore e con i conflitti. Sono transiti velocissimi, durano poche ore, spesso indicano in quale giorno si devono prendere decisioni importanti, fare incontri, coltivare rapporti e relazioni, ricevere visite.

Transiti Quotidiani

Mercurio, Sole e Luna transitano quotidianamente, partecipando a mantenere in vita l’individuo coinvolgendolo nelle più semplici attività del giorno:

– Mercurio stabilisce contatti e fa arrivare messaggi importanti

– Il Sole diffonde energia marcando gli eventi biografici dell’individuo

– La Luna agisce sull’inconscio, la femminilità, la nostra sensibilità e i lati nascosti di noi stessi.

 

Transiti del Sole della Luna e di Mercurio

Questi transiti hanno una durata limitata, durano da poche ore a pochi giorni, la loro importanza è limitata, generalmente testimoniano gli stati d’animo, e le soddisfazioni morali.

Transiti di Venere

Questi transiti possono rappresentare la situazione della salute, delle entrate o uscite di denaro, dei divertimenti e svaghi, le situazioni di cuore. I transiti di Venere come quelli del Sole, Luna e Mercurio trattano avvenimenti di importanza limitata, data che la velocità di questi pianeti su i punti dell’Oroscopo è piuttosto alta e i vari transiti sono più importanti quanto più lento e il pianeta.

Transiti di Marte

Questi transiti indicano periodi di attività fisica, di energia e vitalità. Possono rappresentare anche l’aggressività subita o fatta, le liti e problematiche di vario genere. Marte in aspetto con un pianeta lento amplificherà le sue indicazioni.

Transiti di Giove

Sono i transiti più favorevoli, solitariamente portano benefici e gratificazioni nel campo affettivo, nella sfera professionale e nelle questioni di denaro.

Transiti di Saturno

Sono transiti costruttivi per la crescita e l’evoluzione personale, portano saggezza, maturità e sopra tutto riflessione. Questi passaggi possono rappresentare anche separazioni, dispiaceri, rallentamenti e ritardi nelle varie situazioni della vita quotidiana.

Transiti di Urano

Questi transiti rappresentano mutamenti e cambiamenti, possono evidenziare tappe fondamentali nella vita di una persona.

Transiti di Nettuno

Questi transiti rappresentano le ispirazioni, le illusioni, la crescita spirituale.

Transiti di Plutone

Questi transiti possono segnalare cambiamenti radicali, periodi di intensità, rinascita, ripartenza e riappropriazione della propria vita.

 

Vediamo nei dettagli le caratteristiche di ogni singolo Pianeta per velocità e tipo di moto:

Pianeta Percorre lo Zodiaco in Passo Tipo di moto
SOLE 365 giorni 1° circa in 1 giorno Sempre Diretto
LUNA 27-28 giorni 13° circa in 1 giorno Sempre Diretto
MERCURIO 1 anno circa 1° circa in 1 giorno Prevalentemente Diretto; è Retrogrado per circa 20 giorni ogni 11 mesi
VENERE 1 anno circa 1° circa in 1 giorno Prevalentemente Diretto; è Retrograda per circa 40 giorni ogni 19 mesi
MARTE 2 anni circa 1° circa in 2 giorni Prevalentemente Diretto; è Retrogrado per circa 80 giorni ogni 2 anni
GIOVE 12 anni circa 25-30° circa in 1 anno Prevalentemente Diretto; è Retrogrado per circa 4 mesi l’anno
SATURNO 29 anni e 6 mesi circa 10° circa in 1 anno Prevalentemente Diretto; è Retrogrado per circa 4 mesi e mezzo l’anno
URANO 84 anni circa 4-5° circa in 1 anno Prevalentemente Diretto; è Retrogrado per circa 5 mesi l’anno
NETTUNO 164 anni circa 2-3° circa in 1 anno Prevalentemente Diretto; è Retrogrado per circa 5 mesi l’anno
PLUTONE 260 anni circa 1-2° circa in 1 anno Prevalentemente Diretto; è Retrogrado per circa 5 mesi l’anno

 

Ad ogni Pianeta corrispondono funzioni e caratteristiche nella mente, nell’anima e nel corpo dell’uomo:

Pianeta Corrispondenze animiche e psicologiche Qualità umane Difetti umani Corrispondenze nel corpo umano Disturbi psico-fisici
SOLE

 

Io, personalità, vitalità, espressione di sè Autostima, dignità, calore umano, coraggio, lealtà, generosità Egoismo, presunzione, vanagloria, dispotismo Cuore, occhio dx Malattie e disturbi cardiaci, scarsa vitalità
LUNA

 

Sensibilità, ricettività, immaginazione, emotività Intuizione, senso materno, accoglienza, fantasia, fascino Vulnerabilità, incostanza, indecisione, fragilità emotiva, pigrizia, fantasticherie Sistema nervoso, stomaco, seno, occhio sx, liquidi Disturbi nervosi, disturbi del sonno, disturbi mestruali, ritenzione idrica
MERCURIO

 

Logica, razionalità, comunicazione, movimento Intelligenza, perspicacia, socievolezza, versatilità, doti comunicative, destrezza Superficialità, immaturità, furberia, opportunismo, menzogna, ambiguità Emisfero cerebrale sx, polmoni, mani, sistema nervoso Disturbi nervosi, disturbi comunicativi, malattie respiratorie, malattie mentali, limitazioni motorie, incidenti alle mani
VENERE

 

Sentimenti, affetti, piaceri, armonia e bellezza estetica Cordialità, gentilezza, affabilità, socievolezza, doti artistiche, fascino, seduzione Vanità, edonismo, pigrizia, cattivo gusto, frivolezza, narcisismo Reni, vene, genitali femminili Malattie urologiche, malattie veneree, disfunzioni sessuali
MARTE

 

Forza, istinto all’azione, autoaffermazione, desiderio, passione, competitività Iniziativa, audacia, intraprendenza, franchezza, decisione, coraggio Aggressività, volgarità, brutalità, egoismo, violenza Sangue, muscoli, genitali maschili Infiammazioni, emorragie, tagli, ustioni, febbri, malattie muscolari
GIOVE

 

Ideali, espansione, costruttività, conoscenza, filosofia Ottimismo, entusiasmo, lealtà, onestà, generosità, indulgenza, filantropia, apertura, lungimiranza Ingenuità, imprudenza, sperpero, eccessi, dogmatismo, paternalismo Fegato, anche, arterie Diabete, tumori, malattie epatiche, disturbi alle anche
SATURNO

 

Consapevolezza, maturità, distacco, realismo, stabilità Serietà, responsabilità, saggezza, pazienza, perseveranza, misura, concentrazione Freddezza, avarizia, diffidenza, misantropia, pessimismo Ossa, denti, pelle Depressione, paure, fragilità ossea, malattie cutanee, denti fragili
URANO

 

Creatività, inventiva, istinto libertario, slancio innovativo Intelligenza, genialità, originalità, apertura, solidarietà, indipendenza Eccentricità, stravaganza, nervosismo, impazienza Sistema nervoso, ghiandola pituitaria Disturbi nervosi, traumi
NETTUNO

 

Ideali e sensi superiori Sensitività, spiritualità, ispirazione, genialità, doti artistiche Ingenuità, illusioni, fantasticherie, mancanza di realismo Sistema immunitario, emisfero cerebrale dx, ghiandola pineale Immunodeficienze, alcolismo, tossicomania, follia, allucinazioni
PLUTONE

 

Potere personale, potenzialità nascoste Carisma, fascino, magnetismo, forza interiore, poteri occulti Abusi, distruttività, autolesionismo, crudeltà, manipolazione Ghiandole sessuali Tumori, sadismo, masochismo

 

Gli Aspetti

L’astrologia considera due categorie di aspetti: gli aspetti natali, e cioè la posizione dei pianeti al momento esatto della nostra nascita, e gli aspetti celesti, cioè tutte le diverse posizioni che i pianeti assumono via via nel susseguirsi dei giorni, dei mesi e degli anni. In astrologia col termine di aspetto si fa riferimento alla distanza in gradi fra due Astri. Gli aspetti sono molto importanti nell’interpretazione di una Carta Astrale. In funzione all’aspetto che si formerà, i pianeti possono cooperare o entrare in conflitto tra loro, quindi si parlerà di aspetti armonici o di aspetti dissonanti.

 

Gli aspetti si classificano in armonici (trigono e sestile) o dissonanti (quadrato ed opposizione) mentre la congiunzione è ambivalente a seconda dei pianeti coinvolti

Congiunzione 0°– tolleranza ± 10°
La congiunzione avviene quando due o più pianeti occupano gli stessi gradi dello zodiaco, con una tolleranza  di 10°. In una congiunzione abbiamo una concentrazione di forze, di energie, e spesso questo aspetto planetario diventa, nel tema natale, un punto nodale. Se i pianeti coinvolti nella congiunzione sono più di due, siamo di fronte a quello che tecnicamente si definisce uno stellium. A seconda dei pianeti coinvolti la congiunzione può essere armonica o disarmonica.

Semisestile 30° – tolleranza ± 2°
Il semisestile è un aspetto che lega due pianeti a distanza di 30°e se l’aspetto è esatto troviamo i due pianeti collocati su due segni attigui, tecnicamente poco affini perché appartenenti a elementi che fra loro mal si combinano (es.: Ariete-Fuoco e Pesci-Acqua o Ariete-Fuoco e Toro-Terra)

Sestile 60° – tolleranza ± 4°
Il sestile, legando schematicamente pianeti collocati in segni affini che distano 60°  es.: Fuoco/Aria o Terra/Acqua  è considerato armonico. E’ meno potente del trigono, ma risulta più equilibrante.

Quadrato 90° – tolleranza ± 6°
Il quadrato lega due o più pianeti a una distanza di 90°. E’ un aspetto considerato disarmonico perché le energie messe in atto dai pianeti coinvolti tendono a ostacolarsi a vicenda. L’analogia schematica è sempre quella che tecnicamente coinvolge segni non affini (es.: Ariete/Fuoco con Cancro/Acqua). E’ un aspetto frenante, a volte può inasprire alcune caratteristiche dei pianeti.

Trigono 120° – tolleranza ± 7°
Il trigono è considerato benefico, o comunque armonico. I pianeti che formano tale aspetto nella stragrande maggioranza dei casi sono collocati in due segni appartenenti allo stesso elemento, poiché Fuoco/Terra/Aria/Acqua si susseguono nello zodiaco a una distanza di appunto 120°. Qui le forze dei pianeti fluiscono naturalmente, si sostengono. La collaborazione armoniosa tra le energie in gioco, però, dipende sempre dalla natura dei pianeti coinvolti.

Opposizione 180° – tolleranza ± 9°
L’opposizione, come dice la parola stessa, lega due o più pianeti che si trovano su due segni opposti. Considerato disarmonico,in realtà è meno duro e drastico del quadrato, in quanto coinvolge segni appartenenti a elementi affini. Se lì le forze si ostacolano, nell’opposizione tendono a prevalere alternativamente, oppure una ha il sopravvento sull’altra. Questa ambiguità dell’aspetto avviene perché, nella dialettica dello zodiaco, i segni che si fronteggiano sono anche segni, oltre che opposti, complementari,perché nell’uno si rispecchiano per sottrazione o proiezione le caratteristiche dell’altro. Non è raro infatti che due soggetti appartenenti a segni opposti (Ariete/Bilancia, Toro/Scorpione, Gemelli/Sagittario e via dicendo) provino attrazione fra loro.

Le orbite planetarie sono ricavabili con una divisione del grafico zodiacale

360:1= 360 ( 0, la congiunzione)
360:2 = 180 (l’opposizione)
360:3 = 120 (il trigono)
360:4 = 90 (il quadrato)
360:6 = 60 (il sestile)
360:12= 30 (il semisestile)

 

Lo studio dei Transiti Planetari è una delle tecniche fondamentali dell’astrologia, i transiti insieme alle progressioni e alle direzioni primarie e secondarie costituiscono la base della metodologia di predizione astrologica, possono fornirci delle indicazioni utili per comprendere e sfruttare al meglio le sfide e le opportunità che capiteranno nei settori della vita di ogni persona. Un transito si verifica tutte le volte che un pianeta muovendosi lungo la sua orbita viene a trovarsi in aspetto con un pianeta, un astro (Sole o Luna) una cuspide (casa astrologica) del nostro tema natale di nascita. 

 

La creazione di questo articolo proviene da testi professionali e fonti web, lo stesso può essere copiato e riprodotto per ricerche e studi.

alcune fonti:

https://www.astrologiapertutti.com/

http://xoomer.virgilio.it/sothis/pianeti.htm

 

Per Consulti Astrologici

Astrologo Alexander

cell. 3713560238

Call Now ButtonChiama Subito