Chiaroveggenza

Il termine Chiaroveggenza deriva dal Latino Clarus «Chiaro» e Videre «Vedere»

La credenza nella Chiaroveggenza esiste da sempre in tutte le culture. In Occidente, uno dei primi Chiaroveggenti ad acquisire grande notorietà fu Nostradamus, nel 1555. La Chiaroveggenza è l’abilità paranormale grazie alla quale certe persone riuscirebbero a ricevere informazioni su persone o oggetti, distanti o nascosti, attraverso una Percezione Extrasensoriale e non con l’uso normale dei Cinque Sensi. La Chiaroveggenza come termine della Parapsicologia è differente dalla Divinazione poiché in quest’ultima le conoscenze provengono da una Fonte Soprannaturale come una Divinità o un Ente Spirituale, mentre nella Chiaroveggenza provengono direttamente dal Sensitivo che ha la capacità psichica di percepire o ricevere informazioni, possiede letteralmente un Sesto Senso che grazie a questo sesto senso il veggente prevede il futuro mediante una precognizione. La Chiaroveggenza è un dono che ognuno di noi ha dentro di se e che ne può usare per i propri scopi, tuttavia per svilupparla necessita di un allenamento costante. Esistono due tipi di Chiaroveggenza, quella volontaria e quella involontaria. La prima viene definita tale perchè un soggetto riesce ad investigare nei mondi sottili rimanendo perfettamente cosciente di se stesso, nel secondo caso invece il soggetto viene colpito senza preavviso da visioni, indipendentemente dalla sua volontà. La tipologia di Chiaroveggenza più in uso dai Veggenti è la Psicometrica, dove il Veggente percepisce e prevedere cose, eventi e messaggi del passato, del presente o del futuro toccando un oggetto appartenuto alla persona.

 

Call Now ButtonChiama Subito