Chi era Sylvia Browne

Il vero nome di Sylvia Browne e Sylvia Celeste Shoemaker nata a Kansas City nel Missouri  il 19 ottobre 1936, da Bill Shoemaker e da Celeste Coil. È stata sposata quattro volte e ha avuto due figli. Secondo la Browne, suo figlio Chris avrebbe anch’egli dei presunti doni medianici. È scomparsa nel 2013 all’età di 77 anni. Sylvia Browne e morta alle 07:10 del 20 novembre 2013 presso il Good Samaritan Hospital di San Jose, in California.

E’ stata una sensitiva, medium e saggista, molti dei suoi libri sono stati dei best seller negli Stati Uniti e sono stati tradotti in varie lingue. Ha svolto la professione di insegnante di religione cattolica per diciotto anni. Personaggio televisivo (The Montel Williams Show) e radiofonico (Hay House Radio)

La Browne affermava di avere avuto esperienze medianiche fin da piccola, la figura della nonna Ada è stata per lei molto importante, va sottolineato che anche sua nonna è stata una medium.

La Browne inizia ad esercitare pubblicamente la professione da medium sensitiva nel 1974, la sua popolarità cresce in modo esponenziale fino a farla approdare in televisione e in radio.

Sylvia Browne affermava di avere avuto delle collaborazioni come chiaroveggente con la polizia statunitense, compresa l’FBI.

La Browne oltre ad esercitare l’attività come sensitiva e medium, era a capo della Sylvia Browne Corporation e della Sylvia Browne Enterprises. Nel 1986 a Campbell, California, fondava una sua propria chiesa, la Society of Novus Spiritus con un orientamento cristiano gnostico, basata principalmente sugli insegnamenti cristiani ma senza escludere insegnamenti anche dall’ebraismo, dall’Islam, dall’induismo e dal buddhismo. Oltre alla Bibbia, la Browne considerava testi sacri anche i vangeli gnostici ad esempio il Vangelo di Maria Maddalena.

La sua notorietà è ritornata alla cronaca nel marzo 2020 grazie ad una sua profezia annunciata su un suo libro del 2008, End of Days (New York, Dutton) che parlava di un’epidemia molto simile al coronavirus.

Questo è il testo tradotto in Italiano estrapolato dal libro:

Entro il 2020 diventerà prassi indossare in pubblico mascherine chirurgiche e guanti di gomma a causa di una epidemia di una grave malattia simile alla polmonite, che attaccherà sia i polmoni sia i canali bronchiali e che sarà refrattaria a ogni tipo di cura. Tale patologia sarà particolarmente sconcertante perché, dopo aver provocato un inverno di panico assoluto, quasi in maniera più sconcertante della malattia stessa improvvisamente svanirà con la stessa velocità con cui è arrivata, tornerà all’attacco nuovamente dopo dieci anni, e poi scomparirà completamente.

La profezia è stata oggetto di diversi articoli fra cui Il Fatto Quotidiano il 7 marzo 2020

 

Call Now ButtonChiama Subito