Il cerchio magico o circolo magico è un luogo di protezione dove poter effettuare un rituale o incantesimo di magia. Lo scopo del cerchio magico è quello di proteggersi dalle forze invocate durante una cerimonia ritualistica. Disegnando un cerchio l’operatore esoterico connette la sua coscienza con lo scopo della cerimonia, rendendo tutt’uno la propria opera. Prima di qualunque azione esoterica si deve procedere alla purificazione del cerchio: l’operatore esoterico camminerà lungo il perimetro del cerchio in senso orario spargendo del sale, ripeterà questa operazione per tre volte, esprimendo lo scopo del cerchio (protezione da forze superiori ecc.) Una volta terminato il rituale o l’incantesimo magico l’operatore esoterico ringrazierà tutte le forze e l’entità evocate, per passare poi allo scioglimento del potere del cerchio magico, per farlo camminerà lungo tutto il perimetro del cerchio in senso antiorario.

Ci sono diversi modi per costruire un cerchio magico, di norma si usano elementi naturali come: pietre, petali di fiori, candele o cristalli. Il cerchio magico si può anche tracciare con del sale, gesso o terra. Alcuni operatori esoterici creano il cerchio attraverso il pensiero con la visualizzazione di un cerchio di luce.

Le dimensioni del cerchio devono essere proporzionate all’operatore in modo che non ostacoli i suoi movimenti, solitariamente ha una circonferenza di un paio di metri. Uno dei cerchi magici più in uso fra gli operatori esoterici e quello tracciato con il sale, per crearlo si procede con queste modalità: Disporre quattro candele bianche in corrispondenza ai quattro punti cardinali; versare dell’acqua benedetta intorno al cerchio; accendere le candele in senso orario partendo da quella rivolta ad Est.

 

Consulenze Studi e Ricerche nelle Discipline e Arti Esoteriche

per maggiori informazioni

Consulente Esoterico Alexander cell. 3713560238