Ti penti di aver lanciato un incantesimo

Questo articolo spiega come annullare qualsiasi operazione magica e riportare il tutto com’era in precedenza

 

Può capitare che ci si pente di aver lanciato un incantesimo o praticato un rituale esoterico, perché presi da impulsività o rabbia, senza aver valutato bene le conseguenze. In questi casi si può rimediare con un rituale di annullamento.

E’ stato già detto in altri articoli di non adoperarsi nelle operazioni magiche quando si è arrabbiati, per un egoistico tornaconto, per procurare del male al prossimo e quando si vuole una persona a tutti i costi anche se è già occupata in un’altra relazione, in questi casi difficilmente il proposito espresso sarà raggiunto, e molto probabilmente ci sarà un effetto del cosi detto colpo di ritorno, pertanto prima di lanciare un incantesimo e praticare una qualsiasi operazione magica dobbiamo tenere a mente queste basilari regole:

  • non si improvvisa con i rituali di magia
  • conoscere e rispettare le regole esoteriche e i tempi planetari
  • pensare bene al proposito che si vuole ottenere
  • rispettare ciò che gli altri vogliono
  • non forzare la volontà altrui
  • non agire per puro egoismo
  • non eseguire rituali rivolti al male o per creare forme di negatività
  • non scherzare mai con la magia

Ricorda non fare e disfare mai rituali e incantesimi se non si è convinti delle proprie azioni, se si è cambiato idea su ciò che abbiamo fatto, se le condizioni sono modificate, oppure, se siamo venuti a sapere che la nostra azione può arrecare delle sofferenze ad altri è possibile eseguire un contro incantesimo o un rituale di annullamento.

 

Rituale di annullamento e di contro incantesimo

In un giorno di luna calante nello stesso giorno e nella stessa ora che avete svolto il precedente rituale da annullare accendete dell’incenso copale e una candela bianca, scrivete la formula di annullamento su un foglietto di pergamena mentre la ripetete ad alta voce” il rito dalla mia bocca è stato pronunciato e dalla mia mente è stato pensato, ora ho capito di aver sbagliato e con queste parole verrà annullato, chiedo che qualsiasi energia espressa dal mio proposito venga annullata e per sempre distrutta senza recar danno a nessuno e senza colpo di ritorno, riportando armonia e pace a tutto il creato” a questo punto bruciate il foglietto sulla fiamma della candela, lasciate che la candela si consumi del tutto, al termine del rito gettare in un corso d’acqua ciò che rimane del rito (cera, polvere dell’incenso e cenere della carta)

Il rito di annullamento richiede un’offerta verso le Energie Celesti, è abitudine deporre ai piedi di un albero o in un prato di un parco un fiore, frutto, dolce, bibita, ecc, per ringraziare e chiedere di riportare le cose com’erano prima del rito. Solitariamente il rituale di annullamento viene ripetuto per le successive tre lune calanti.

 

Consulenze e studi nelle arti esoteriche

Lo studio esoterico realizza Kit rituali

 

per maggiori informazioni

Ritualista e Consulente Esoterico

Alexander cell. 3713560238

 

 

Le informazioni presenti in questo articolo sono da intendere come curiosità magiche e folkloristiche, sta al buon senso di chi legge la valutazione dei medesimi. Si declina ogni responsabilità per eventuali danni diretti o indiretti causati da un uso improprio delle informazioni riportate in questo articolo. Il cliente richiedendo e acquistando un consulto o una consulenza dichiara di aver letto e accettato le condizioni generali di vendita e di averne compreso la natura dei servizi acquistati.