La Biogeometria è la scienza della forma al servizio dell’uomo

La biogeometria è stata fondata dal famoso filosofo e architetto Egiziano Ibrahim Karim nell’anno 1984. Ibrahim Karim nasce appunto in Egitto, nell’anno 1942.
Si laurea in architettura ingegneristica in un prestigioso istituto, a Zurigo, in Svizzera. Diventa un architetto ingegnere di professione, oltre che un consulente di design per gli ospedali e un pianificatore turistico. Oltre a questo pratica anche l’architettura di interni e il design dei mobili. Secondo lui la funzione della biogeometria è quello di equilibrare le attività della vita di tutti i giorni, raggiungere l’armonia con i due ambienti, quello esterno e quello interno, rendere umana la tecnologia moderna, integrare la scienza e la spiritualità (spesso risultate una opposta all’altra), e per fine ultimo scoprire la realtà unificata dietro tutte le religioni esistenti al mondo. La vita non è altro che una danza in movimento, un insieme di energie, che noi percepiamo come il mondo. Su livelli invisibili, che noi quindi non possiamo percepire, le nostre energie sono in modo costante coinvolte in scambi di energia con l’ambiente circostante e con gli altri. Questi continui scambi sono importanti in quanto determinano la qualità della nostra vita, la nostra salute, la nostra coscienza e anche il nostro stato mentale. Quindi la biogeometria sfrutta, come il nome può far già intendere, l’effetto delle forme geometriche, oltre che dei colori, sulle nostre energie per equilibrare in modo naturale il nostro essere a tutti i livelli. Questo è un modo potente ed efficace per creare benessere e armonia non solo sugli esseri viventi ma anche negli spazi.
La biogeometria è del tutto naturale, essa appunto utilizza il linguaggio della natura, fatto di forme geometriche, suoni, colori, movimento, per equilibrare le energie di qualunque sistema vivente presente sulla terra. La biogeometria è in grado di cambiare le energie da negative in positive. Uno degli oggetti utilizzata in biogeometria è il “Feng Shui egiziano”. Si tratta di una piccola piramide egiziana colorata, i suoi effetti non si riscontrano in altri sistemi. L’impatto delle forme geometriche sull’essere umano, è stato da sempre riconosciuto dappertutto.
Nel corso del tempo però, questa consapevolezza, in modo graduale è scomparsa, e nella nostra visione di oggi, attribuiamo alle forme antiche una funzione simbolica, oppure un ruolo nelle pratiche di magia. Anche se lo sviluppo di oggi, delle forme geometriche non derivi dall’Egitto, riconosciamo che questo popolo ne ha fatto un lungo studio e un largo uso. Sono stati in grado di interagire in modo molto intenso con la natura e nei loro monumenti e nella loro arte in generale hanno fatto largo uso di forme geometriche. Tra le forme geometriche Egiziane più popolari, non possiamo non citare le piramidi, forme spiritualmente significative, e le semisfere ( le cupole, che si trovano alla base di tanti edifici religiosi, moschee, sinagoghe e chiese). Queste forme particolari emettono energia, producendo un tipo di onda particolare. Due studiosi Francesi del secolo scorso, radiestesisti e ricercatori, Chaumery e De Belizal , chiamarono questa particolare onda “verde negativo”.
La vibrazione qualitativa del verde negativo, dà proprietà di comunicazioni molto forti, facilitando la risonanza con i livelli spirituali della preghiera.
Però il verde negativo ha anche proprietà negative che lo studioso Ibrahim Karim portò ad evidenziare.
Tramite i suoi studi e le sue ricerche sulla biogeometria, Karim ha evidenziato che le forme biogeometriche posseggono tre qualità di vibrazioni primarie:

– Il verde negativo
– Una armonica superiore dell’ultravioletto
– Una armonica superiore dell’oro

Solamente le forme geometriche che producono un campo di energia che ha queste tre componenti sono “biogeometriche” e hanno appunto effetti positivi sulla salute degli esseri viventi sulla terra. Lo studioso Karim ha, oltre alle sue ricerche, costruito strumenti appositi che rivelano le diverse componenti dell’energia, inoltre ha studiato anche metodi che correggono gli ambienti dove non ci sono queste qualità positive, con effetti veloci e straordinari.
Un esempio rapido può essere quello del nostro ambiente considerato per noi più sicuro, ovvero la nostra casa.
Per alzare la qualità dell’energia stessa in casa, e per cancellare gli effetti dannosi di campi di energia (dovuti a design architettonici, mobili, cavi elettrici, apparecchi elettronici), ma anche alle radiazioni nocive dell’acqua, vengono applicati degli elementi decorativi speciali. Sempre il dottor Karim, ad Hemberg, un piccolo paese svizzero, ha neutralizzato l’inquinamento elettromagnetico nell’intera area, portando così cambiamenti nelle condizioni di vita della popolazione (era stata installata un’antenna per le telecomunicazioni nel campanile al centro del paese, e molte persone avevano iniziato a soffrire di disturbi inspiegabili). Un altro grande studioso, che non possiamo non nominare è Robert Gilbert Ph.D. Lui è un ex istruttore del corpo dei Marines degli Stati Uniti. Ha studiato la conoscenza e le pratiche spirituali di diverse tradizioni spirituali mondiali.
Esperto in geometria sacra, definisce la biogeometria essenziale per comprendere le energie viventi che qualunque tradizione spirituale usa per la guarigione e lo sviluppo spirituale. Molti studi scientifici e medici dimostrano le enormi possibilità della biogeometria. Infatti il centro Nazionale di Ricerca  Egiziano ha scoperto che delle forme biogeometriche semplici potevano fermare la replicazione dei batteri. Un risultato che ha portato a creare un progetto speciale , con la supervisione appunto del Dottor Karim, per studiare gli effetti delle forme geometriche sugli esseri viventi. Un altro studio importante sulla biogeometria è stato condotto dal professor Peter Mols in Olanda.
Ha scoperto che la biogeometria se usata al posto di fertilizzanti e pesticidi artificiali può far crescere coltivazioni vitali e sane. Lo stesso  studioso Gilbert, assicura che molti dei suoi studenti ricevono benefici dalla pratica della biogeometria, ma non li rendono pubblici. Gli studenti nello specifico, hanno applicato i principi della biogeometria in molti campi come architettura e design, Feng Shui, ecologia, medicina complementare, disegno grafico, agricoltura e giardinaggio, pratiche spirituali ecc… In ultima analisi  il dottor Gilbert afferma che la biogeometria ci insegna dei metodi pratici per lavorare con le energie fondamentali della creazione. A scuola, per esempio, si insegna agli studenti a trovare, creare e applicare le energie positive. Si insegna loro inoltre, a capire ciò che l’antico popolo degli Egizi chiamavano “Alchimia dell’energia”, a come poter cambiare le energie dell’ambiente nocive in energie utili e benefiche.
E cosa più importante la biogeometria non chiede a chi ne fa uso di avere fede, ma dà appunto gli strumenti utili e necessari per individuare e monitorare le energie che formano il nostro mondo.

Consulenze nelle tecniche energetiche

per maggiori informazioni

Consulente Radionico Alexander cell. 3713560238

Trattamenti energetici fruibili anche a distanza

Il cliente richiedendo e acquistando un consulto o una consulenza esoterica dichiara di aver letto e accettato le condizioni generali di vendita e di averne compreso la natura dei servizi acquistati.